Profilo bloglovin Profilo Pinterest Profilo Google + Profilo Instagram Profilo twitter Profilo Facebook

Cena romantica? Tre idee stellate dall’effetto assicurato

Pubblicato il: 4 novembre 2016 | Commenti 0

Avete voglia di concedervi una cena romantica con il vostro partner ma siete a corto di idee? Ecco tre idee stellate per una cena romantica da ricordare.

Se preferite per la vostra cena romantica una location esclusiva e raffinata ecco quello che fa per voi: Villa Necchi alla Portalupa, meravigliosa dimora storica situata a Gambolò in provincia di Pavia. Risalente al 1800, Villa Necchi alla Portalupa era in origine la tenuta di campagna di una delle famiglie di industriali più importanti d’Italia: i Necchi, amanti della coltivazione di fiori e piante. Immersa in dieci ettari di parco, si affaccia direttamente sul Parco del Ticino (riserva fluviale segnalata dall’UNESCO come uno dei più affascinanti siti naturali del mondo); una location suggestiva e fiabesca ideale per un raffinato weekend fuori porta, per meeting aziendali ma, soprattutto, per suggestivi matrimoni all’aperto. Al suo interno l’ononimo ristorante Villa Necchi alla Portalupa composto da tre eleganti sale: la Sala Camino dove circa 30 ospiti possono raccogliersi attorno ad un camino in marmo di Carrara del 1600; la Sala Azzurra: una sala dallo stile antico rialzata rispetto alle altre e dotata di grandi vetrate, che può anch’essa accogliere 30 ospiti. E in ultimo la Sala Bamboo, la sala più grande che vanta splendidi lampadari in vetro di Murano e può ospitare grandiosi eventi con più di 100 invitati. A dirigere la brigata di cucina troviamo il giovane Chef campano Antonio Danise con alle spalle numerose esperienze in ristoranti stellati campani.
Nella zona bar del corpo centrale della villa è possibile ammirare un imponente dipinto di Giuseppe Palanti, fiore all’occhiello della residenza raffigurante la signora Lina Ferrari Necchi in compagnia dei suoi cani in riva al laghetto. 
Inoltre per i pernottamenti la villa mette a disposizione 21 camere di charme.

Se invece per la vostra cena romantica preferite ritrovare il calore e la semplicità della tradizione della tipica steakhouse dei paesi del Nord ecco Nordic Grill, nel cuore di Milano. Non un semplice ristorante ma una cucina aperta sul living, con una grande griglia sempre accesa, un camino e un angolo per ascoltare la musica e rilassarsi sul divano. Qui si potranno gustare le carni più pregiate del bestiame allevato nei paesi freddi secondo tradizione assicurando la genuinità del prodotto come ad esempio l’Aberdeen Irlandese, razza bovina alimentata esclusivamente a pascolo, l’Angus Scozzese, famoso per la sua carne tenera e gustosa, o l’Agnello Irlandese, allevato con una dieta a base di piante erbacee ricche di minerali. Nordic Grill non è solo carne, si potranno assaggiare anche formaggi d’alpeggio, numerose ricette a base di pesce fresco proveniente dai freddi mari del Nord come salmoni, halibut, merluzzi e aringhe e per i meatless guest propone anche piatti vegetariani. Carne, hamburger, pesce, formaggi, salami, zuppe e dolci fatti in casa, diverse varietà di pane e morbida focaccia, french toast e croissant, prodotti genuini selezionati dalla decennale esperienza dei proprietari e cucinati in modo semplice e non invasivo dagli chef Matteo Pisciotta e Andrea Piantanida; il tutto accompagnato da un’ampia selezione di vini di altissima qualità provenienti da tutte le regioni della tradizione italiana, è in grado di soddisfare anche i gusti più ricercati.

Amate le novità e allora perchè non provare Jarit, il nuovo format studiato dagli Chef Matteo Pisciotta e Andrea Piantanida? Un nuovo concetto di ristorazione dove piatti gourmet vengono racchiusi in un vaso monoporzione. Le ricette ideate e messe sotto vetro dai due chef costituiscono un vero e proprio menù: La Collezione Jarit. Le collezioni includono ricette dolci e salate di grandi chef stellati ambasciatori della cucina italiana che vengono cambiate ogni due mesi rispettando la qualità e la stagionalità delle materie prime ed attraverso un successivo processo di pastorizzazione, i vasetti possono essere conservati in frigorifero per 18 giorni senza subire alcuna alterazione dal punto di vista chimico ed organolettico e del sapore. Jarit può essere degustato direttamente presso l’accogliente punto vendita a Milano, servito in un piatto di design ideato apposta dall’artista e designer internazionale Marcello Morandini oppure può essere acquistato come take away e prima di essere consumati basterà riscaldare il vasetto per pochi minuti in un forno a microonde o a bagnomaria.

Per la vostra cena romantica a Milano non resta che l’imbarazzo della scelta!

 

 

buzzoole code